Macchine non marcate CE

Avere una macchina antecedente alla Direttiva Macchine, ovvero priva di marcatura CE e utilizzarla abitualmente all’interno di un ciclo produttivo, non è un problema.


L’utilizzo di una macchina marcata CE, di per sè, infatti non assicura al Datore di Lavoro di rispettare le normative. Tuttavia una macchina marcata CE è decisamente migliore dal punto di vista delle prestazioni e, di solito, è anche conforme ai RES (Requisiti Essenziali di Sicurezza, caratteristiche tecniche per poter essere commerciate in Europa). Tali informazioni sono contenute nel fascicolo tecnico della macchina stessa. La Direttiva Macchine è stata recepita in Italia nel 1996 ma è bene sapere che possono esistere macchine antecedenti al 1996 in quanto prodotte in altri Paesi dell’allora Comunità Economica Europea che avevano recepito la Direttiva prima dell’Italia.

Domande Frequenti

Cosa fare per macchine realizzate prima del 1996, priva di marcatura CE?

In questo caso non è obbligatorio disfarsi della macchina, a meno che le condizioni di obsolescenza e di costi non rendono vantaggiosa questa soluzione. E’ sufficiente infatti verificare che la macchina risponda ai Requisiti Minimi di Sicurezza, riportati nell’allegato V del D.Lgs 81/08; (in caso negativo è possibile farsi assistere da personale esperto prima e durante la realizzazione delle migliorie di sicurezza necessarie) e redigere una Perizia Asseverata da professionista abilitato al fine di certificare la macchina e renderla equiparabile ad una marcata CE

schema ce

Sanzioni

  • La sanzione per l'utilizzo di macchine non conformi alle norme è: arresto da 2 a 4 mesi o ammenda da 1˙200 a 6˙400 €
  • Se la macchina ha il marchio CE ma è evidentemente carente di dispositivi di sicurezza, sappiate che in caso di controllo, o peggio di infortunio, il datore di lavoro è ugualmente pienamente responsabile.
  • Pertanto è importantissimo al momento dell'acquisto (meglio PRIMA dell'acquisto) che VOI VERIFICHIATE non solo la presenza delle conformità (CE o altre) ma che la macchina abbia anche tutte le protezioni ed i dispositivi richiesti dall'allegato V del D.Lgs. 81/08.
  • E' quindi comunque opportuno consultare un consulente per la sicurezza o un tecnico competente. Anche l'RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) ha comunque frequentato un corso che dovrebbe consentirgli di individuare le carenze più evidenti. 
  • Nota importantissima: NON vendere, prestare, regalare, concedere in uso attrezzature fuori norma. Per la legge sareste a tutti gli effetti "fornitori" e pertanto sanzionabili come tali (sanzione da 10´960 a 43´840 euro o arresto da 3 a 6 mesi, più la corresponsabilità in caso di infortunio durante l'uso della macchina).

Le conseguenze per i venditori di macchine non conformi:

  • La copertura assicurativa (sia della macchina che del leasing finanziario) non è  valida o potrebbe  essere ridotta in molti casi: i contratti d’assicurazione prevedono che la macchina debba essere conforme alla legislazione europea in vigore. Se la non conformità della macchina non è comunicata alla compagnia d’assicurazione, il contratto può esser ritenuto non valido perché tale comportamento può esser considerato come  una sua violazione.
  • In caso di incidenti, l’assicurazione potrebbe rivalersi sul venditore fallibile. Ciò significa che l’assicurazione contro gli infortuni potrebbe risarcire un operatore per le lesioni subite, ma dato che a causare il danno è stata una macchina non conforme, l’assicurazione potrebbe rivalersi sul venditore di tale mezzo.
  • Potreste essere esposti ad azioni di rivalsa da parte di altri rivenditori e/o  produttori per concorrenza sleale, mettendo a repentaglio la vostra attività  economica. Potreste anche subire un danno di reputazione nel caso in cui queste  violazioni fossero rese pubbliche.
  • Il vostro cliente potrà opporre solidi argomenti per astenersi dal saldo del pagamento di una macchina o per rifiutare in toto qualsiasi corresponsione economica. Inoltre, il cliente può chiedere i danni.
  • Nel caso in cui la macchina non conforme violi le norme in materia di salute e sicurezza o la legislazione ambientale, la sua immissione sul mercato può comportare  delle sanzioni, soprattutto in caso di incidenti. Ciò può includere multe e/o la reclusione secondo le leggi nazionali vigenti.

Conseguenze per gli acquirenti e gli utilizzatori finali di mezzi non conformi:

  • L’importazione e la rivendita di macchinari non conformi è illegale all’interno del  territorio dell’Unione, perché tali mezzi non possono ottenere un valido marchio CE, né una dichiarazione di conformità idonea.
  • In quanto utilizzatori, vorreste utilizzare una macchina non conforme, nel caso in cui non siate certi che i freni o la struttura della cabina siano a norma?
  • I datori di lavoro hanno l’obbligo di fornire ai loro impiegati una strumentazione sicura. I datori di lavoro che si servono di macchinari non conformi sono esposti a responsabilità, in base alla legislazione nazionale che recepisce la legislazione comunitaria in materia di sicurezza e salute dei lavoratori sul luogo di lavoro. Le autorità nazionali hanno il diritto di imporre sanzioni ai datori di lavoro che violano l’obbligo  di fornire ai loro dipendenti una strumentazione sicura e a norma. Queste  sanzioni possono essere di natura economica arrivando fino alla reclusione.
  • La copertura assicurativa del mezzo potrebbe essere non valida.
  • Potreste essere esclusi da gare pubbliche d’appalto.
  • Potreste avere un danno di reputazione in quanto impresa edile, nel caso in cui queste violazioni diventassero pubbliche.
  • Potreste affrontare costi addizionali a causa del più alto consumo di energia e materie prime.
  • In caso di incidenti o di controlli da parte delle autorità, la macchina potrebbe essere bloccata o ritirata dal cantiere, causando quindi un ritardo nel lavoro e perdite economiche.
  • La macchina non conforme potrebbe essere non compatibile con i pezzi di ricambio standard e con gli accessori disponibili nell’Unione europea.
  • Il produttore può rifiutare la garanzia e decidere di non fornire parti di ricambio se le  macchine importate non sono prodotte per essere destinate all’Unione europea. Il prodotto  potrebbe non essere supportato dal costruttore a causa della non disponibilità di Programmi  di Supporto del Prodotto e/o di parti di ricambio adeguate.

Esempi di sanzioni :

  • Il macchinario illegale dovrebbe essere ritirato o sostituito, ma possono essere  applicate anche delle multe, per esempio: il FORNITORE di macchine e attrezzature NON A NORMA rischia una sanzione di 10´960 a 43´840 euro o arresto da 3 a 6 mesi (più reato penale di frode in commercio),
  • In caso di incidente, la persona danneggiata può chiedere i danni appellandosi alla responsabilità del prodotto secondo la direttiva  85/374/CEE. Se il danno è stato causato da una macchina non  conforme, il produttore (o l’importatore) rischia che il giudice possa  stimare una macchina non a norma come difettosa e, quindi, ritenere il  produttore responsabile per il danno.
  • Produrre una dichiarazione di conformità o un marchio CE per una macchina non conforme equivale a falsificare un documento. Quando viene venduta una  macchina con una dichiarazione di conformità falsa si sta commettendo un reato.
  • La garanzia contrattuale rilasciata dal venditore o dall’importatore cessa nella maggior parte dei casi non appena una macchina in regola viene modificata  diventando non conforme o quando una macchina non a norma, di cui non è previsto l’utilizzo nell’Unione europea, viene tuttavia importata.

Servizio di Verifica di Conformità di Macchina Marcate Ce

Il servizio comprende tutto quanto è necessario per verificare che le attrezzature siano prive di rischi e vizi – evidenti od occulti – nonostante la presenza di marcatura CE, ovvero tali attrezzature siano ottemperanti agli obblighi previsti dalla Direttiva 2006/42/CE, del suo regolamento di applicazione in Italia, D.Lgs. 17/2010 e del D.Lgs. 81/2008 Il lavoro si articola in:

  1. Effettuazione della Valutazione dei Rischi per verificare la rispondenza ai Requisiti Essenziali di Sicurezza e Salute -RESS- 
  2. Redazione del Verbale di Verifica di Conformità 
  3. Predisposizione, ove necessario, di procedure integrative per il corretto utilizzo dell’attrezzatura 
  4. Consulenza, ove necessario, per l’implementazione di sistemi di sicurezza aggiuntivi per colmare le eventuali carenze rilevate sull’attrezzatura

Per avere una quotazione o ricevere delucidazioni contattaci

  • IB-7800-DA-TRATTORE
  • escavatori-cingolati-52887-2933397
  • mezzi operatrici
  • muletto
  • pratiche-per-macchine-operatrici
  • ruspa
  • tornio

шаблоны joomla 2.5